Programmatore Macchine Utensili

DESCRIZIONE
Il Programmatore macchine utensili amministra la programmazione e l’adeguato funzionamento delle macchine di sua competenza; traduce o codifica l'algoritmo risolutivo di un problema dato nel codice sorgente del software (programma) da far eseguire ad un elaboratore, utilizzando un certo linguaggio di programmazione.

 

ATTIVITÀ TIPICHE

  • Programmare e gestire l’operatività delle macchine utensili a controllo numerico;
  • Proporre, definire ed implementare le soluzioni progettuali più idonee a soddisfare le richieste dei clienti, consigliando gli utensili da utilizzare e come impostare al meglio la programmazione per il proprio prodotto;
  • Seguire lo sviluppo tecnico, interfacciandosi secondo necessità e richieste con fornitori, clienti ed interlocutori interni all’Azienda;
  • Validare le metodologie di calcolo;
  • Effettuare analisi sperimentali.

 

PROFILO IDEALE

  • Diploma di perito tecnico meccanico e/o Laurea in ingegneria meccanica, con ottimo curriculum studiorum;
  • Conoscenza di tutte le fasi di sviluppo e di innovazione di prodotto, con particolare riferimento al passaggio da livello di concept a produzione su scala industriale;
  • Senso pratico, apertura all’innovazione, voglia di continuo aggiornamento in merito ai processi d’avanguardia;
  • Concreta capacità previsionale e di impatto delle strategie ed altre azioni proposte; abitudine a lavorare intervenendo sulle attività necessarie per il migliore sviluppo e la migliore assistenza tecnica;
  • Utilizzo abituale di applicativi di progettazione CAD 2D/3D, nonché di applicativi di calcolo/simulazione, e piattaforme CAM; conoscenza dei linguaggi di programmazione CNC.

 

PLUS
Un buon programmatore macchine utensili permette la verifica del corretto funzionamento dei macchinari in ogni momento e la risoluzione celere di qualsiasi problematica ad essi connessa.