DEFINIZIONE
L' Export Area Manager ha il compito di sviluppare il mercato estero dell'azienda per la quale lavora. Sceglie nuovi potenziali mercati esteri e di elaborare le strategie più efficaci per l'ingresso e il consolidamento della presenza aziendale nei paesi individuati: pogetta e organizza la rete di distribuzione, stipula e intrattiene accordi commerciali e istituzionali con i partner locali.

 

ATTIVITA' TIPICHE

  • Effettuare business development, previa un’efficace analisi del territorio e delle opportunità commerciali e con un approccio fortemente operativo;
  • Mantenere con costanza - nel tempo - il rapporto con la clientela assegnata ed acquisita, attraverso un elevato livello di servizio e un’alta attenzione alla relazione;
  • Gestire i clienti in essere con relazioni sistematiche, costruttive ed efficaci;
  • Proporre periodicamente ai clienti prodotti complementari, al fine della migliore fidelizzazione;
  • Produzione di reportistica periodica sulle azioni intraprese, sull’evoluzione del mercato di riferimento, su eventuali nuove opportunità commerciali.

 

PROFILO IDEALE

  • Diploma di scuola superiore e/o laurea, con ottimo curriculum studiorum;
  • Esperienza nel ruolo, con particolare riferimento al settore dell’arredamento e del design, maturata per conto di aziende modernamente organizzate e fortemente orientate ai mercati esteri;
  • Consolidato network professionale, attivo e documentabile;
  • Ottime capacità relazionali, comunicative ed organizzative; personalità giovanile e brillante;
  • Attitudine ed abitudine a lavorare per obiettivi ed in tempi ridotti.

 

PLUS
Un buon Export Area Manager permette un notevole sviluppo dell'azienda nel mercato estero con una conseguente crescita del fatturato.